UNA DOVEROSA ERRATA CORRIGE!

26 Ott

Nell’ultimo articolo del 13 ottobre u.s. abbiamo asserito che fra i caduti del devastante attacco dei nazisti a Upega del 17.10.194, sulla colonna comando e trasporto feriti della Brigata Garibaldi comandata da Silvio Bonfante “Cion” – che stava ripiegando con enormi difficoltà militari ed ambientali verso le alte valli del Tanaro, vi fosse anche NINO SICCARDI  ” u Curtu“, vice comandante della Brig. Di ciò ci scusiamo vivamente in quanto dovuto ad una erronea interpretazione di un passaggio contenuto in una non felicissima ricostruzione di quella vicenda che vedrà poi, nel proseguio di drammaticissime giornate, il Siccardi divenire comandante della Div.ne Felice Cascione e nei mesi che precedettero la Liberazione Comandante della 1° Zona Operativa Liguria. Dopo la guerra tornerà alla sua professione di macchinista navale e morirà a Genova nel 1973.     Va quindi puntualizzato che ai primi di ottobre nel disperato tentativo di resistere ai nazifascisti che attaccavano PIGNA, il Comandante SILVIO BONFANTE “Cion” era rimasto gravemente ferito alle gambe e, nelle ore successive, timoroso di compromettere i compagni  e di cadere in mani nemiche, si toglieva la vita. E’ appunto nella fase di ripiegamento verso il Montegioie, abbandonato il borgo montano di Upega, che  “u Curtu” – divenuto di fatto comandante ed il Commissario politico   della Divisione  LIBERO BRIGANTI “Giulio”   – guidano un gruppo di resistenza in retroguardia, per consentire alla formazione di sfuggire all’accerchiamento. La morte di “Giulio” in questa fase del conflitto è descritta puntualmente dalla testimonianza di  Chiara Arduino – partigiana combattente e moglie di Siccardi, mentre la figura di Libero Briganti  militante comunista nella clandestinità ed amatissimo dirigente politico nella lotta di liberazione è riassunta da Carlo Farini “Simon” – allora Comandante generale di tutte le Brigate Garibaldi  della Liguria-, in una lettera indirizzata al Siccardi il 14 novembre successivo agli eventi.  Rincrescendoci per l’errata notizia da noi diffusa!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: