Archivio | novembre, 2013

Dal Caucaso al Mediterraneo lo scenario bellico 1942-1943 su cui si innestò la nostra guerra di liberazione-Parte 5°

26 Nov

…………..Un mese esatto è durato il “blackout” tecnologico – accompagnatosi a rilevanti impedimenti logistici -che mi hanno impedito di concludere la “carrellata” sul carteggio di cui al titolo. Solo oggi posso pubblicare  la parte finale (la 5°), che mi consente di “riagganciare” il progetto con cui ho esordito (Guerra Partigiana) e di avanzare in esso con qualche fatica, propria di chi professa la Storia coi tempi e gli strumenti della sola passione….” Io, speriamo che me la cavo! “

File0144

File0145File0146Clicca sulle immagini per ingrandirle!

File0147File0148

File0149File0150File0170Con il messaggio CLXXXI si conclude il dossier afferente l’armistizio  che verrà annunciato l’8 settembre 1943

File0151File0152File0167

File0153File0154

File0155

File0171

                   ………. La grande alleanza antinazifascista, in parte imposta dalla necessità, ma poi divenuta convinta speranza per il futuro, poteva e doveva  sbarazzare il campo dall’iniziale speranza di rivolgere l’aggressione di Hitler  in direzione dell’Unione Sovietica. Il che avvenne e non del tutto. Già nel pieno della seconda guerra mondiale qualche segnale del bacillo emerse, sopratutto dopo Stalingrado e l’avanzata dell’ Armata Rossa, quando la vittoria ormai si profilava e lo sguardo, almeno di alcuni,si andava spostando sul tema degli equilibri futuri…..